"Je suis l’Empire à la fin de la décadence."


Quando ero piccola, la storia mi piaceva.
In realtà mi piaceva tutto: presa com’ero da una curiosità inquieta e totalizzante, un’ansia poco selettiva di conoscere e sapere.
Ero una bambina facile all’innamoramento, che si entusiasmava per ogni nuova scoperta, che non riusciva a pensare ad altro.
Una che il giorno prima adorava le scienze e il giorno dopo amava follemente la letteratura.
Poi arrivò qualcosa che non ero pronta a sapere.
Entrai sconvolta in bagno, mentre mia madre si stava truccando, e le dissi: "Mamma… è caduta Roma! Non è possibile!".
Lei mi sorrise e mi spiegò tutto… ma non bastò.
Tornai nella mia cameretta e piansi sul libro e sulle ceneri dell’Impero.
Eravamo nate nello stesso giorno, e quando seppi della sua fine crollai un po’ anch’io.
Quel giorno crollò la mia infantile fiducia nella perfezione e nell’eternità, la certezza del lieto fine.
Quel giorno, per la prima volta, conobbi la sconfitta e il fallimento.
Sono rimasta curiosa, volubile e inquieta: facile all’innamoramento e agli entusiasmi; una fatta di passioni intense, brucianti, passeggere.
Ogni tanto mi (ri)conosco, ma in giornate come questa avrei bisogno di non sapere che Roma è caduta.

Annunci

7 risposte a “

  1. Roma è caduta ma è rinata sotto nuove vesti….
    stai su tesoro!

  2. io mi perdo sempre nelle parole dei tuoi bellissimi post!

  3. Il mio primo commento su questo blog?…
    Semplicemente bello e raffinato, complimenti!!!
    Curiosa, volubile, inquieta e passionale: ma che vuoi di più dalla vita, un Lucano???
    Bella come sei stai a pensa’ a Roma che è caduta?… Ma lascia perdere!!!

  4. Ihihih, tenera Giada, strano ma ti capisco. Posso dirti due cose:
    1- esistono le ucronie, volendo
    http://it.wikipedia.org/wiki/Ucronia
    2- rifletti sul fatto che (parlando di scienze) “nulla si crea, nulla si distrugge, tutto costantemente si trasforma”, o evolve e che, in termini storici, se la Roma imperiale non fosse caduta non sarebbe forse arrivata la Roma dei papi e, quindi, chissà se sarebbe mai arrivata la Cappella Sistina…

  5. Ma Roma, nonostante tutto è ancora lì ed è grande ed è bellissima come non mai! E ha resistito a guerre e terremoti ed è come se non fosse caduta mai. E tu, curiosa e inquieta come sei, volubile e facile all’innamoramento e alle passioni…e così brava nello scrivere e nel fotografare…non è davvero il caso che inizi a preoccuparti! 🙂

  6. Che modo intenso ed efficace per raccontare quella cosa lì, quella specie di sconforto che ti prende alle volte… che non ha un nome…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...