Jeune fille triste dans un train.

Quando ti sei svegliato (particolarmente) scazzato, quando hai (troppo) sonno e solo voglia di tornare a rotolarti tra le coperte (oh sì!).
Quando sei alla stazione in stato comatoso-catatonico e, sfidando ogni legge chimico-fisica-biologica, stai letteralmente dormendo dietro gli occhiali.
Quando non vedi l’ora che il treno arrivi per poter sbattere la testa contro il finestrino e dormire, incurante di tutto e tutti.
E’ esattamente questo il momento in cui qualcuno ti viene incontro urlando gioiosamente il tuo nome. E non serve a nulla simulare di non aver sentito perché hai la musica sparata nelle orecchie, inutile fingere di non aver visto perché eri girato dall’altra parte. Tutto vano.
Ed è -puntualmente- qualcuno che non vedi da una vita, qualcuno di cui onestamente non sentivi la mancanza, qualcuno a cui -pur volendo- non sai proprio che cazzo dire.
La voce si fa più insistente, la presenza si palesa, si trasforma in un leggero contatto.
Tu ti scosti, forzi un sorriso e biascichi qualcosa.

Fanculo.
Ehm… ma ciaaaaaao

Annunci

29 risposte a “

  1. è quasi quello che mi è successo per tre volte in due giorni. la prima tizia mi ha cortesemente ignorato, per fortuna, ma le altre due avendo chiuso i rapporti in maniera “non incivile” non ci hanno pensato due volte a salutare. maccheppalle.

  2. In queste occasioni, io ho improvvisamente qualcosa da leggere. Oppure trovo la prima colonna dietro la quale nascondermi… XD

  3. quindi hai finto di essere felice di vedermi stamane,eh?

    me ne ricorderò…

    (non è vero,sono 1ToTo sloggato)

  4. @1Toto: sono sempre felice di vederti, lo sai bene! 😉
    Peccato avvenga così raramente…

    @Antoninemoamat: non c’erano colonne.
    E non avevo nulla da leggere.
    E se qualcuno ti costringe a sederglisi accanto non hai scelta.

    @alesstar: beeeelle le persone che ignorano cortesemente, hanno tutta la mia stima, mi lasciano dormire in pace! 😉

  5. Sì ma pensa, poteva andarti peggio.
    Potevi non ricordarti chi fosse quella persona.

  6. @fokina87: ho impiegato un po’ di secondi per focalizzarla a dire il vero… -__-“

  7. Non ho mai fatto buoni incontri nei treni. Secondo me è colpa di quelli che girano dalle nostre parti, forse è una nuova piaga sociale..

  8. Il massimo è quando quel qualcuno è anche logorroico!

  9. La spalla di un salutatore inopportuno è il cuscino più comodo che puoi trovare su un treno, ricordatelo sempre… 😐

  10. Quello è l’unico momento in cui ricevo volentieri una luuuuuunga telefonata dall’ufficio (farlocca, evidentemente)…
    😀

  11. madonna quante le odie ste persone!
    io sono l’essere più asociale della terra quando prendo il pullman…

    Albicocca!

  12. @Albicocca: la mattina presto l’asocialità dovrebbe essere una regola! una legge!

    @Clockwise: ma io non ho manco la forza di simulare… vorrei solo abbioccarmi! XD

    @Slicca: buona idea 😉

    @ScombinataNata: -__-” ecco.

    @5555555555: Grillo dovrebbe interessarsi di questo tipo di tematiche sociali!!

  13. “E’ esattamente questo il momento in cui qualcuno ti viene incontro urlando gioiosamente il tuo nome.”
    non è un sorriso dettato dalla gioia, ma dal sadismo puro 😛
    cmq che bello avere la macchina!! 😀

    -tiz

  14. @tiz: sai che in questo caso la parola più adatta è “cazzimma”! 😀

  15. bo, la mattina presto davvero NO! non si può rivolgere la parola agli amici, figuriamoci alle piattole… -.-
    un bacione

  16. io prendo il pullman, ed è peggio perché le piattole son sempre le stesse (per fortuna poche).
    voi trenisti almeno avete il brivido del casuale…

  17. Come ti capisco: è veramente terribile!!! 🙂

  18. E’ orribile, condivido….

  19. finto accento nordico ed esclami: “ci conosciamo? Mi sa che hai sbagliato persona… adesso scusami ma devo proprio andare” 🙂

  20. @Nyrial: GENIALE!! 😀

    @Albolo e Visioneonirica: grazie per la solidarietà! 😀

    @lepassanti: farei volentieri a meno di quel brivido, fidati -__-”

    @semplicebanale: chebbello, mi sento meno sola nella mia asocialità mattiniera *_*

  21. questo è un vero e proprio incubo.

  22. vietati i lamenti -.- almeno a te ti danno a parlare persone che in qualche modo conosci, io invece sono una calamita per pazzi solitari che mi vedono e mi raccontano la loro vita -.- non riesco a uscire da questo tunnel, chiedo aiuto!

  23. il ventiduesimo commento, cosi come questo, è stato aggiunto da saccarosya

  24. ancora non ti devi arripigliare???

  25. Preso così alla sprovvista, che seccia!! 🙂

  26. @upclose: e c’è anche di peggio… U_U

    @saccarosya: uggesù, quello succede pure a me! devo assolutamente racconarlo o_o”

    @albicocca: è tutto un periodo da cui non riesco ad “arripigliarmi”… e forse nemmeno lo voglio 😛

    @anielpep: eheh…

  27. Questa cosa ha un non so che di familiare…

  28. si può sempre fare finta di inciampare e accidentalmente spingerlo sui binari mentre sta arrivando il treno regionale 1539..

    in arrivo sul binario 3.. in arrivo sul binario 3.. in arrivo sul binario 3.. in arrivo sul binario 3.. in arrivo sul binario 3..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...