Ohana significa "famiglia".
E famiglia vuol dire che nessuno può essere abbandonato, o dimenticato
.

Un anno fa, pressappoco a quest’ora, stavo presumibilmente piangendo.
Perché ero immobile a letto e il dolore non mi dava tregua nemmeno per un istante.
Ma soprattutto perché mi sembrava assurdo non essere con te, il giorno del tuo compleanno.
Mi appariva impossibile vedermi negata, di colpo, la gioia del tuo sguardo curioso e del tuo sorriso che si illuminava.
Ciò che in quei momenti mi ripagava dell’impegno e del tempo speso, delle ricerche continue, dell’ansia di non riuscire a rendere tutto abbastanza perfetto.
E quando mi abbracciavi e mi dicevi di essere felice a me sembrava di assolvere all’unico vero scopo della mia esistenza.

Quando incontro qualcuno che mi chiede come vadano le cose con te, l’uomo della mia vita, io sorrido, scuoto la testa ed ho la misura del tempo trascorso dall’ultima volta che ho incontrato la persona in questione.
Io non lo so cosa siamo diventati in quest’anno che ci ha tenuti separati, ma mi accorgo che probabilmente non avremmo potuto fare una scelta migliore.
So di essere cambiata, so di essere più consapevole.
Quell’ostinazione ingenua e drammatica che mi veniva fuori dall’amore per te, io non l’ho più ritrovata.
Continuo a sbagliare, faccio solo errori diversi, forse anche peggiori.
Non ti rivoglio indietro, nonostante mia madre mi ripeta ancora che le manchi, nonostante tu sia nei miei ricordi migliori, nonostante ogni giorno la mia quotidianità continui a scontrarsi con la tua assenza.
Perché hai avuto pezzi di me che nessuno avrà mai, perché continui ad essere nella mia vita anche se non mi respiri affianco, perché rimani altrove, più in profondità.
E’ che in questo tempo ho sorpreso me stessa con un coraggio che non credevo di avere, ho riso di gusto e di gioia, anche senza di te.
Ho capito che ci sbagliavamo ma che probabilmente rifarei tutto, nello stesso identico modo.
E se mi fermo un attimo, adesso, riesco perfettamente a disegnare le tue mani adorabili e i tuoi capelli disordinati, le tue ginocchia e le tue caviglie; perché ogni cosa di te mi apparteneva.
Se chiudo gli occhi, dopo un anno, riesco ancora a dare una forma a te, che sei insieme il mio primo vero fallimento e una grande conquista.

Buon compleanno Tiz! 

Annunci

20 risposte a “

  1. Ogni esperienza ha i suoi lati positivi, che spesso però vengono fuori dopo un pò di tempo come è successo a te…

  2. sapere di star bene e sapere di essere nella stessa condizione da rifare tutto daccapo, questa è la chiave.
    buon compleanno pure da parte mia (e in ogni caso, il tuo non è un fallimento, non si fallisce mai in questi casi.)

  3. Secondo me esiste una congiuntura astrale per cui nel giorno di un compleanno di qualcuno che abbiamo amato non possiamo che stare così. Ho avuto anche io il mio tredici novembre ma l’importante è far tesoro e lasciar sedimentare.
    Un bacio

  4. Ci sono poche cose di cui ho completa comprensione, forse perchè sono ancora poche quelle che ho davvero affrontato. Questa, è una di quelle poche di cui ho piena comprensione, di cui potrei riscrivere riga per riga come fossero mie, non in modo migliore di questo. Ciao.

  5. Ok, mi espongo in pubblico. Mi piace molto…

  6. buon compleanno… anche se dubito che riuscirò a derglielo gli auguri!!!
    hai scritto delle cose bellissime, la vostra è stata una storia importante ed è normale che tu all’inizio abbia faticato ad uscirne… non potrei immaginarmi lontana da lui il giorno del suo compleanno… o del mio… o in qualsiasi altro giorno dell’anno…
    ma piano piano il tempo ci fa sapere che siamo capaci di farcela da sole, nonostante tutto!!!

  7. TEMA: Come risultare patetica agli occhi di un ex.

    SVOLGIMENTO.

    No no.. no SE SEI IN ASCOLTO CCCOOOSSSOOO SAPPI CHE NON TE LA MERITI OCCHI SAI? NO NO E NO e se mi trovo dalle parti del vesuvio povero a te!

  8. cavoloooo 😦 è così bello e così tristino!
    cavolooo

  9. Mooooorbida: il tempo serve, anche se sembra un luogo comune… 🙂
    Imnotweird: 😀 la chiave c’è, ora bisogna darsi da fare per aprire tutte le porte.
    Aporia: ho adorato le tue parole, grazie. *_*
    LiaVera: sapere di averti "coinvolta" mi emoziona 🙂 un bacio
    5555555555: oh, ne sono lusingatissima!
    Albicocca85: massì, non potrebbe essere altrimenti. E poi io a quel puzzone voglio bene, che ci posso fare?
    Snksnk: XD mi fai morire, come al solito!
    Un po’ patetica lo sono sempre quando metto "in piazza" i sentimenti… ma lui se lo merita ed è un rischio che ho voluto correre. Il messaggio che mi ha mandato stasera, dopo aver letto questo post, mi ha fatto capire quanto ne sia valsa la pena. =)
    Ah, sa anche lui che non mi merita. Infatti non posso augurargli il meglio, dato che l’ha già avuto… *si bulla*  (buahahahahah)
    riotinmymind: solo un po’ di nostalgia… ma sono contenta che ti sia apparso bello, davvero. ^__^

  10. E’ che io ultimamente, quando leggo queste cose mi commuovo, e succede pure che quando ci si allontana da una persona a cui hai voluto veramente del bene escono sul serio dei post così sinceri, di quelli che si scrivono con il cuore in mano… come questo. *__*
    Bacione.

  11. Perchè parlare di sentimenti deve necessariamente portare a risultare patetici? I sentimenti esistono proprio per questo, per annullare la razionalità, la compostezza che ci raccomandiamo e ciò che ci porta ad essere sempre compìti e controllati…che ben venga ogni tanto disegnare cuoricini. 🙂

  12. Occhiè, a sto giro passo. Ti commento per bene al prossimo post, sempre che abbia come argomento i capelli phonati di Malgioglio, cosa della quale saprei parlare con molta più cognizione di causa.

  13. Artemisia: grazie mille per il commento… *_* bacio fortissimo anche a te.
    LiaVera: massì, cuoriciniamoci!! 😀
    Slicché ora mi sento in dovere di fare un post su Malgioglio!! XD

  14. Adorabile come sempre. Ti abbraccio forte.

  15. Grazie per il benvenuto. Quanto ai pezzi bhe. Non so se vale per tutti. Credevo anch’io di aver dato i miei pezzi migliori all’uomo che mi lasciò un anno fa. Invece scopro che l’età mi fa sempre migliore e che ho pezzi migliori da dare. semplicemente la consapevolezza e il disincanto che ti danno gli sbagli commessi (se proprio di sbagli si vuole parlare, ma non sono convinta che si chiamino così) fanno sì che di tutto ciò che si dà si riconosca il valore e il significato. E’ facile fidarsi del primo amore visto che non si è mai stati delusi. Ma quanto valore ha in più la fiducia data dopo essere stati traditi?

  16. meraviglioso il tuo commento a snksnk! ^__^

  17. oddio… ma cos’è? oggi tutti i blog sprizzano sentimenti? ma è un complotto…e io devo resistere devo essere forte e non lasciarmi commovuere… almeno finchè sto in bib… poi a casa mi vedo il dott. Zhivago… e mi dò il colpo di grazia…

    il g (beh, ho pensato, magari una visitina la faccio di nuovo)

  18. CarrieBradshaw:  *___* non dirmi così che mi sciolgo!
    NathalieFinch: ^_^ non è detto che siano i "pezzi migliori"… spero di avere sempre di meglio da dare a me stessa e a chi mi circonda. (uh, sembro Pollyanna! *schif schif*)
    Insomma: sottoscrivo a pieno il tuo commento e sono contentissima che tu sia passata da queste parti… un bacio!
    Albicocca: troppo buona! XD
    SnkSnk: eggià!!! Lo dico sempre =P ecco a voi Miss Modestia 2007
    Il G: uh, ma come mi sei romantico! (grazie per essere tornato… fallo ancoraeancoraeancora…)

  19. Forse uno dei più bei post che ho letto…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...