Kamikaze girl.

Tu ed io abbiamo un talento speciale e l’ho capito immediatamente.
Quelli come noi si chiamano "supplenti".
-Claire-

Io scrivo senza dire, parlo di me senza raccontare.
E’ una strategia.
Suoni, emozioni, ricordi, intrecci e sovrapposizioni.
E’ forse l’unica strategia che conosca.
E finisco a scrivere per me stessa, o per pochi, perché le cose non dette non si possono capire.
E’ l’unica strategia che conosca per difendermi.
Poi succede che certe sensazioni colpiscano ugualmente per la loro sola intensità, o che le parole vengano fraintese.
Ognuno legge ciò che vuole, è qualcosa che ho sempre amato. Ma è un rischio.
E’ l’unica strategia che conosca per difendermi, ma non sempre funziona.
Nonostante tutto continuo a scrivere, perché non sono capace di fare altrimenti.
Per me oggi, per ricordare domani.
Solo che a volte lo scudo del non-événementielle serve a poco.
Perché certe cose sono chiare anche se chiamate con nomi diversi.

Ho visto un muro e l’ho misurato per mesi, in lungo e in largo.
Di tanto in tanto ne ho preso le distanze, poi mi ci sono avvicinata pericolosamente.
Gli ho voltato le spalle e mi ci sono seduta di fianco, appoggiandoci la schiena contro, senza mai avere il coraggio di allontanarmene.
Infine ho deciso che era il momento, che se non l’avessi fatto me ne sarei pentita.
Ho deciso e mi ci sono schiantata contro, consapevolmente.
Sentendomi le ossa rotte ancor prima dell’impatto.

"Sono confuso. E’ brutto da dire ma io penso ad un’altra.
Credevo di no, invece è sì."

Così. Mentre tentavo di dire che l’importante, per me, era altro.
Mentre speravo di riuscire a dire che avrei voluto salvare tutto quello che potevamo.
Perché credevo fossimo in due a vedere quell’intesa, a ricordare nitidamente le chiacchiere e le risate fino a notte fonda.
Eppure non è stato questo il colpo.
Il vero schianto si rinnova ogni volta in cui quel muro crolla un po’, e io stento a riconoscere i pezzi che mi ritrovo tra le mani.

Annunci

39 risposte a “

  1. ogni tanto bisogna schiantarsi su quel muro…almeno così si arriva alla verità,o almeno,si dovrebbe…….

  2. tu hai deciso che vuoi farmi piangere…
    ammettilo su…

    (cosa vuol dire “non-événementielle” ?????)

  3. non è forse solo sbattendo e graffiandosi la pelle che si vive veramente?

  4. EWANFORD: massì, facciamoci del male! XD

    ALBICOCCA:
    Nuuu ti prego, non odiarmi!
    In francese “événement” corrisponde ad “episodio, avvenimento”.
    L’espressione sarebbe “non evenemenziale”, ed è usata soprattutto in ambito storiografico.
    In sintesi il “non-événementielle” tralascia i meri fatti anteponendo i processi e le trasformazioni agli avvenimenti in sé.
    In maniera analoga io tendo a non raccontare mai le cose singolarmente. Ma stavolta forse era necessaria un’eccezione catartica.
    (Te lo giuro: dal vivo sono meno noiosa e più cazzona.)

    1TOTO: verità? argh… paura.

  5. confermo: dal vivo è uno sballo.
    Comunque qui la strategia dev’essere complessiva, e cioè prendere il buono dalle situazioni, immagazzinarlo e usufruirne al meglio nelle situazioni che verranno…
    Come diceva totò: è la somma che fa il totale 🙂
    Ti voglio bene

  6. “…non mi sono, mai difesa da /
    il profumo che /
    mi lasciavi addosso come un vizio /
    velenoso quel tuo morso al fianco /
    tira vento ma / manca l’aria /
    tanto che girandomi nel letto /
    cado a precipizio sopra il mondo / addosso…” (P. Laquidara)

  7. ma mica ho detto che sei noiosa???!!!
    non mi sognerei mai di dirtelo…
    semplicemente che in giorni così neri per me dovrei stare lontana da certi post a fondo tanto sensibile…
    grazie per la spiegazione… diciamo che non ci ho capito una mazza e mi è passata anche la voglia di capirci qualcosa!!! ahahahahahah

  8. ALBICOCCA: ma uffiiii… e io che speravo di ess stata chiara, sigh.
    Non hai detto che sono noiosa, l’ho detto io… leggendo il blog sembro una moscettona! 😛

    NCARRAWAY: sono corsa a “documentarmi” su patrizia liquidara e sto già ascoltando qualcosa… grazie! XD

    SHATILA: un mix tra comicità pop e lezioni di economia… meraviglioso!
    Ti adoro *_*

  9. e x’ mai dovresti difenderti?
    vive la vie

  10. si ma io mi oppongo a che tu ti definisca tale…
    ciao moscettona!!!!
    ramm’c a man!

  11. ANONIMO #9: perché, nonostante le apparenze, sono schifosamente vulnerabile.

    ALBICOCCA: mi sopporti anche quando tento (male) di spiegarti i termini un po’ astrusi… sei un tesoro!! XD

  12. Quella che mi era venuta in mente leggendo il tuo post si intitola “Addosso” (tra l’altro il testo è proprio di Patrizia e nasce davvero da alcune analogie con quanto scrivevi).

  13. La sto ascoltando… ed è splendida.
    Davvero.

  14. NCarraway: hai un messaggio privato su splinder 😛

  15. difendersi da tutto e da tutti…l’ho sempre fatto,sempre. ho odiato la debolezza, e le persone deboli mi irritavano, ma da poco ho capito che probabilmente vivono meglio loro. accettano se stessi senza sforzi o compromessi e vivono davvero. pian piano lascio pezzi quà e là della mia vecchia armatura ed è un sollievo 😉

  16. ti ringrazio per essere passata dalle mie parti, mi ha fatto molto piacere!

    ti metto tra i miei link, perchè scoprire il tuo blog è stata una piacevolissima rivelazione
    ti mando un abbraccio
    Chiara

  17. SACCAROSYA: io ci provo a difendermi, perché sento di averne bisogno… ma non è che vanti armi molto resistenti.

    PIPERYTA: grazie infinite a te! ^_^
    Ne sono lusingata.

    ALELIANTHOS: Ti adoro, lo sai. U_U

    NCARRAWAY: anch’io! 😛

  18. ….e mi lasci senza parole.
    un bacio enorme.

  19. tu devi renderlo bello forte
    quel muro
    prima di schiantartici.

    sono le stesse parole che vorrei avere il coraggio di rivolgere pure a me stessa, ed invece.
    *

  20. grazie mille che sei passata, un abbraccio

  21. MAGHETTABLOG: ma un bacio enorme a te, amorina! Pciù.

    FRUGOLA: era forte, o almeno lo sembrava.

    LITTLEGREENMAN: grazie a te 🙂

  22. E’ molto profondo questo tuo post. Ci sento dentro un crogiolo di sentimenti che fanno a cazzotti l’uno contro l’altro.
    E’ proprio come scrivi: ognuno legge ciò che vuole. E io c’ho letto delle cose mie, ho pensato subito ai miei muri, alle paure, alle delusioni, alla voglia di farcela. E così, mi è sembrato quasi di vederlo quel muro di cui parli, quei pezzi che ti ritrovi tra le mani…
    Pensa al coraggio che hai avuto ad avvicinarti a quel muro. Non tutti ce l’hanno, assolutamente no.
    Trovarsi contro i muri è forse il destino di chi vuol vivere intensamente e respirare pienamente la vita coi suoi sogni e disincanti…
    Non so dove voglia andare a parare, sentivo solo il desiderio di scriverti, di dirti: ti ho ascoltato. Ma il rischio che le mie parole siano fuori luogo è grande…
    Sii forte, come sempre.
    un abbraccio, occhi belli.
    spero di rivederti presto, magari d’improvviso, mentre camminiamo per le strade di Napoli, com’è accaduto qualche volta. 🙂

  23. Aliante, tu non sei mai fuori luogo.
    Oggi ancor più del solito 🙂
    E spero anch’io di incontrarti presto… imbattersi in un sorriso luminoso come il tuo, nel caos della città, è sempre una gioia.

  24. Fotti i muri Giadina, o i muri fotteranno te.
    Kizzzzzzzz!

  25. Mi dispiace, lo sai. Meriti di meglio, meriti la totalità.

  26. CRAZY: mi sa che sarà per la prossima volta! Kizzzzz for IU!

    CEY: l’errore è mio. quello di “accontentarsi” di qualcosa che non sia la totalità.

  27. La prossima volta scaglia lui contro il muro…

  28. dai occhidaorientale, su..

    sai, dopo aver letto il post, sono rimasta a pensare, non so neppur a che cosa, ma ho pensato. ti ho immaginato col tuo visino…ho immaginato il tizio in questione, che non riesco a giustificarlo ne comprenderlo…

    sei una persona stupenda e splendida, come poche..

    troverai quel qualcuno senza muri, te lo auguro perchè te lo meriti…

  29. Mmm… i muri sono duri, molto duri, ma gira e rigira a sbatterci contro si sgretolano.

  30. Ci sono troppi muri in giro per i miei gusti…

  31. Tutto qui, lascia senza fiato!!!
    Allora ti aspetto a casa per venerdì sera!!!

  32. Perchè non scegli bene i muri: ce ne sono anche di mordidi e non molto alti che però non si sgretolano…Baciuzzo 🙂
    Albolino

  33. ALBOLINO: mannaggia a me che sono una capatosta! 😛

    WOOLGATHERING: oh, l’avatar di Tamara! *_* dimmi che anche tu hai visto la mostra a milàn!

    NICOLAXVI: non solo… c’è chi, come me, se li crea addirittura.

    LAFCADIO40: non sempre è un bene, quando si sgretolano… 🙂

    ANTIGONY: grazie infinite per il commento…davvero. Sei un tesoro!
    (e mò mi commuovo, basta)

    SNKSNK: è un’idea che avrei dovuto prendere in considerazione! :p

  34. … non è proprio inerente al post: ami anche tu Coco e la sua storia?
    Ciao un saltino

  35. oltre ad un “salutino” 😀

  36. Ho impiegato un quarto d’ora per capire ma: sìììì, j’adore Coco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...