Oggi è un giorno fragile #2.
(era cominciato qui)

Alle setteemezza di stamattina Napoli è grigia e spenta.
Le porte scorrevoli che mi si aprono davanti me la restituiscono greve e indolente.
Le nuvole che la soffocano stanno cominciando a bagnare le strade, il traffico è già impazzito, la gente già scappa.
Scappo anch’io, da quella dimensione che voglio smettere di respirare.
Ritrovo i miei passi riflessi, i passi di qualcuno che vorrebbe sprofondare, qualcuno che esita, non si sofferma.
Scappo e mi rifugio in quel pezzo di casa dalle pareti ospedaliere, mi rifugio in un pessimo caffé, negli spifferi di un’attesa consumata tra le scale, mentre la pioggia striscia sui vetri, schizza sui muri, sbatte sui terrazzi.
Poi le chiacchiere e i confronti, i vuoti cosmici e le persone insopportabili.
Potrei morire adesso, per quanto mi si sfonda lo stomaco. Voglia di scappare, ancora.
Ma non l’ho fatto e per più di cinquanta minuti ho gesticolato tenendo tra le mani una matita blu.
Per più di cinquanta minuti ho costruito un pezzettino del mio futuro.
Per più di cinquanta minuti sono stata quello che vorrei essere sempre.
Per più di cinquanta minuti ho parlato di cose che amo, ho aperto quel cuore che stava per esplore.
E mi è sembrato un attimo, i minuti sono sembrati cinque o anche meno.
Mi sono sembrati fugaci e precari, mentre all’esterno sono apparsi intensi e brillanti.
Poco più di cinquanta minuti bastano per rendermi felice.

Oderc ni em, oderc ni em
len oim eroma
len oim eroma…
rep etra, rep etra
is eroum.

Annunci

23 risposte a “

  1. a noi uomini per essere felici di minuti ne bastano 5.
    Ah, non si parlava di sesso, ve’?

  2. Per renderci felici, basta anche un secondo…che sia quello giusto però 😉

    Captain’s Charisma

  3. Grande! 😉
    bellissimi gli ultimi cinque righi!*_*
    (quelli in latino…sono in latino vero?!?!?! ahuahuahuahauh :P)

  4. Alle sette e mezza della mattina Milano è esattmanente come Napoli, troppo silenziosa per poter essere una città alle sette e mezza della mattina.

    Alle sette e mezza della mattina provo a dar luce ai miei occhi quando vorrei che fosse di nuovo il momento di chiuderli appoggiandomi sul giaciglio della prossima notte

    Alle sette e mezza della mattina l’isola pedonale con il campanile che padroneggia ti può far credere un milione di cose, ti può far pensare che quella sarà una giornata tranquilla, una giornata diverse dalle altre.

    Alle sette e mezza della mattina a Milano i piccioni riaffollano nuovamente la piazza, i postini portano lettere, gli avventori portano vento, gli esaltatori portano sapori, i cospiratori insinuano dubbi, gli indecisi regalano equilibri altrui.

    Alle sette e mezza della mattina, le mani sul volante sotto la coltre di ghiaccio ti lasciano pensare, cazzo un’altra mattina!

  5. Ranmaz ha rovinato tuuuutttooooo!
    ;D

    Io sono felice perchè finalmente questa notte l’ho passata dormendo e non tossendo!

  6. non mi sembra proprio latino…
    ranmaz ma 5 minuti solo??? stai nguaiat!!!
    cara mia, parli per caso di un esame??? baciottolo

  7. RANMAZ: 5 minuti???? O_O io e albicocca, giustamente, ci preoccupiamo.

    ROBBA: decisamente! 😉

    GUERNY: sìsì, latinissimo! 😛

    NOTOOLATE: *_* che belli i tuoi commenti, potrebbe venirne fuori un post a 4 mani.

    REDCARPET: brindiamo alla tua salute ritrovata e uccidiamo ranmaz! ;p

    ALBICOCCA: sì, estasi post esame! XD
    Ovviamente non è latino… è una citazione di carmen consoli (bisogna leggerla al contrario e tutto acquista un senso XD oh, non è colpa mia, è lei che la canta così! :p )
    Un baciotto

  8. avevo intuito che si leggesse al contrario…
    cara mia come fa a non piacerti un quadro simile?? io me sono innamorata l primo istante in cui l’ho visto sul mio libro di storia dell’arte…

    cmq ricordo bene il fatto dello stesso regalo con tiz, lui me lo raccontò… ^__^

  9. “Bonsai#2” dall’albu (stupendo!) “Confusa e felice”… ma chi sò!!! comunque: l’avevo pensato che si trattasse di un esame… che bello, non ho mai provato questa sensazione… di che esame si trattava? si…Dr House i need you… ooohhh!!!

  10. Napoli mi manca però.
    Per un periodo della mia vita più o meno lungo ci capitavo tutti i mesi. E mi manca.

    Abbraccio Giadì.

  11. ALBICOCCA: è troppo romantico (in senso storico)! Ce ne sono di più pucciosi! XD
    Però l’importante è l’emozione che provoca, e pare che in te sia tanta. Quindi va benissimo così!!! ^_^

    SEMPLICEBANALE: house sbavsbav… stasera *_*
    L’esame era storia dell’arte contemporanea. *cuoricini*

    SW4N: tu lo sai che puoi venirci quando vuoi, vero?? Io sto qui che ti aspetto!!! abbracciotto :*

  12. beh si direbbe un esame interessante… anche se in effetti ai tempi brutti del liceo la storia dell’arte non è che mi entusiasmasse tantissimo…

  13. E’ molto bello quello che hai scritto.
    Napoli grigia? Qui a Milano è grigio praticamente tutti i giorni.

    Baci, da un napoletano a Milano

  14. ALBICOCCA: ^_^ il mio giudizio è assolutamente di parte: io della storia dell’arte sono innamorata!

    BELLALLEGRIA: *_* evviva!

    LUCENELLARETE: Milano è assolutamente grigia, ma di un grigio bellissimo che sembra solo suo.
    O almeno così mi è apparsa. 🙂

  15. Hai parlato di me per 50 minuti? E con chi? E quando sei uscita è apparso l’arcobaleno?
    Scemate a parte, beata te che trovi qualcosa che ti emoziona in ciò che hai studiato! Io devo aver sbagliato strada…
    Per quanto riguarda il tuo commento: no, nel tuo caso non è il fascino della commessa, sei tu che sei adorabile!!! (captatio benevolentiae). Baciottino

  16. ma sai che sei geniale?
    Mi piace fino all’ultima parola.
    Un abbraccio :*
    ky

  17. Alle volte basta poco… 😉

  18. mi fa piacere che ti piaccia il grigio di Milano e che trovi che abbia un senso particolare… Ricordalo anche a me ogni tanto, per favore!!!
    Baci
    Tengi

  19. ciao cara… non èc eh ti incontro per strada oggi??? che balli tra un carro e un altro?? ^__^
    bacio e buona domenica

  20. ALBOLO: ma sei proprio sfacciato! :p
    Grazie per la sviolinata, comunque! XD

    KYKIA: *_* ma grazie infinite! E’ un complimento splendido…fatto da te poi, lusinga ancora di più. Un grosso bacio.

    CUORENEROSANGUEBLU: già… ma quel poco basta a riempirti di gioia. ^_^

    TENGI: =D dovrei ritrovarlo presto, quel grigio… e spero di poterlo apprezzare ancora di più. Un bacio.

    ALBICOCCA: nooo… io non potrei mai essere una savianese doc =p non sopporto il carnevale… resto a casuccia a studiacchiare, tanto per cambiare! ^_^

  21. Avevo diversi post arretrati, per il pochissimo tempo che ho ultimamente. Sigh sigh.
    Ma è bello leggerti. Questo post è davvero bello.
    Un abbraccio forte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...