Sei il suono, le parole,
di ogni certezza persa dentro il tuo odore…

Era quasi Natale quando ho incontrato il tuo profumo.
Me lo sono spruzzata addosso senza esitare, come non faccio mai. E ho sorriso.
Ma non eri tu. E ho sorriso meno.
Mancava quel non so che di triste e decadente fatto di tabacco e, talvolta, di gradazione alcolica.
Qualcosa che avrei odiato su qualunque altro, ma che su di te inebriava.
Quell’odore tuo soltanto, che riconoscerei ovunque.

Perché, tra i tanti che popolano i miei sogni, tu non torni mai?

Annunci

11 risposte a “

  1. uh, siamo a livelli maniacali signori ._. chiamate la neuro.

  2. Questo post m’inquieta…

  3. mi hai fatto tornare in mente una cosa che mi succedeva spesso nei tempi in cui lui è stato lontano da me… ogni volta che sentivo qualche odore che mi ricordava lui (e chissà perchè li sentivo ovunque) era una tragedia…

  4. ti assicuro che vi sono ben 3 persone che hanno interpretato in tale maniera il mio url. e porca miseria.

    per lo meno c’è chi è più intelligente (e meno ninfomane :D)

  5. Tabacco…gradazione alcolica…è un Jack Daniel’s, vero?

  6. Questo post non mi piace: sono geloso!!! :-))

  7. ALBICOCCA: eh sì, misteri della perversa (e autolesionista) mente femminile! XD

    CRONOFOBICA: meno male! =)

    ITALIANPSYCHO: °_° beh sì, se vogliamo identificarlo con quello che beve. Ah, che sofisticata metonimia!

    ALBOLO: ma che scemo! :p

  8. Ma dai Ranmino: smiiiiile!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...